Navi tedesche acquisite dall’Unione Sovietica nel 1939-1947 – sommergibili

Sommergibile TS-16
Ex-U-9 (Tipo IIB). Affondato il 20 agosto 1944 a Costanza da aerei sovietici, fu recuperato e trasportato a Nikolaev nel 1945, dove fu riparato e adottato dalla Flotta del Mar Nero come TS-16. Venne radiato il 12 dicembre 1946.

Sommergibile U-18
Affondato il 20 agosto 1944 da un raid aereo sovietico sul porto di Costanza nel Mar Nero, fu recuperato alla fine del 1944, ed affondato come nave-bersaglio dal sommergibile M-120 il 26 maggio 1947, al largo di Sebastopoli, assieme all’U-24.

Sommergibile U-24
Affondato il 25 agosto 1944 da un raid aereo sovietico sul porto di Costanza nel Mar Nero, fu recuperato agli inizi del 1945, ed affondato come nave-bersaglio dal sommergibile M-120 il 26 maggio 1947, al largo di Sebastopoli, assieme all’U-18.

Sommergibile TS-14
Ex-U-250 (Tipo VII-C). Affondato il 30 giugno 1944 nel Baltico dalla cannoniera MO-105. Il 14 settembre 1944 il sottomarino fu recuperato e trainato a Kronshtadt. Il 20 aprile 1945 entrò nella Marina sovietica, ma il 20 agosto 1945 a causa dei danni fu radiato.

Sommergibile S-81
Ex-U-1057 (Tipo VIIC), ceduto all’Unione Sovietica, il 4 dicembre 1945 giunse a Libava e il 13 febbraio 1946 entrò nella Flotta del Baltico. Posto in riserva il 30 dicembre 1955, venne convertito in nave-bersaglio e affondato nel Mar Barents il 24 settembre 1957, durante un test atomico al largo della Novaja Zemlja.

Sommergibile S-82
Ex-U-1058 (Tipo VIIC), ceduto all’Unione Sovietica, il 4 dicembre 1945 giunse a Libava e il 13 febbraio 1946 fu assegnato alla Flotta del Baltico. Fu posto in riserva il 29 dicembre 1955. Il 18 gennaio 1956 venne ridesignato nave-officina (stazione galleggiante di ricarica delle batterie per sottomarini) PZS-32. Radiato dalla Marina sovietica il 25 marzo 1957.

Sommergibile S-83
Ex-U-1064 (Tipo VIIC/41), ceduto all’Unione Sovietica, il 4 dicembre 1945 giunse a Libava, e il 13 febbraio 1946 entrò nella Flotta del Baltico. Fu posto in riserva il 29 dicembre 1955. Il 18 gennaio 1956 venne ridesignato nave-officina (stazione galleggiante di ricarica delle batterie per sottomarini) PZS-33, e il 25 marzo 1957 nave-scuola UTS-49. Radiato dalla Marina sovietica il 12 marzo 1974.

Sommergibile S-84
Ex-U-1305 (Tipo VIIC/41), ceduto all’Unione Sovietica, il 4 dicembre 1945 giunse a Libava, e il 13 febbraio 1946 entrò nella Flotta del Baltico. Venne posto in riserva il 30 dicembre 1955. Convertito in nave-bersaglio fu affondato nel Mar di Barents il 10 ottobre 1957, durante un test atomico al largo della Novaja Zemlja.

Sommergibile B-26
Ex-U-1231 (Tipo IXC/40), ceduto all’Unione Sovietica il 5 novembre 1945, trasferito a Libava il 5 dicembre 1945, il 13 febbraio entrò nella Flotta del Baltico. Il 29 dicembre 1955 venne posto in riserva e ridesignato nave-bersaglio KPB-33 e il 27 dicembre 1956 ridesignato nave-scuola UTS-23. Radiato il 31 gennaio 1968 a Riga.

Sottomarino B-27
Ex-U-2529 (Tipo XXI), ceduto all’Unione Sovietica, il 4 dicembre 1945 giunse a Libava e il 13 febbraio 1946 entrò nella Flotta del Baltico. Il 10 giugno 1955 fu posto in riserva. Il 19 settembre 1955 fu ridesignato BSh-28, e il 9 gennaio 1957 nave-scuola UTS-3. Radiato dalla Marina sovietica il 1° settembre 1972.

Sottomarino B-28
Ex-U-3035 (Tipo XXI), ceduto all’Unione Sovietica, il 14 dicembre 1945 giunse a Libava e il 13 febbraio 1946 entrò nella Flotta del Baltico. Posto in riserva il 29 dicembre 1955. Il 18 gennaio 1956 venne ridesignato nave-officina (stazione galleggiante di ricarica delle batterie per sottomarini) PZS-34. Radiato dalla Marina sovietica il 25 marzo 1958.

Sottomarino B-29
Ex-U-3041 (Tipo XXI), ceduto all’Unione Sovietica, il 10 dicembre 1945 giunse a Libava e il 13 febbraio 1946 entrò nella Flotta del Baltico. Posto in riserva il 29 dicembre 1955. Il 18 gennaio 1956 venne ridesignato nave-officina (stazione galleggiante di ricarica delle batterie per sottomarini) PZS-31. Radiato dalla Marina sovietica il 25 settembre 1958.

Sottomarino B-30
Ex-U-3515 (Tipo XXI), ceduto all’Unione Sovietica, il 2 febbraio 1946 giunse a Libava e il 13 febbraio 1946 entrò nella Flotta del Baltico. Posto in riserva il 29 dicembre 1955. Il 18 gennaio 1956 venne ridesignato nave-officina (stazione galleggiante di ricarica delle batterie per sottomarini) PZS-35, e poi nave-bersaglio B-100, il 2 luglio 1958. Radiato dalla Marina sovietica il 25 settembre 1959 e demolito il 30 novembre 1959.

Sottomarino M-31
Ex-U-2353 (Tipo XXIII), varato il 6 dicembre 1944, ceduto all’Unione Sovietica nel novembre 1945. Testato dall’Istituto Centrale di Ricerca Militare Navale. Convertito in nave-scuola il 20 dicembre 1955. Radiato il 17 marzo 1962 e demolito nel 1963.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Precedente Navi tedesche acquisite dall'Unione Sovietica nel 1939-1947 - Motosiluranti e unità minori Successivo Navi giapponesi cedute all'Unione Sovietica 1945-1947 - Cacciatorpediniere